La dieta Lemme funziona o è una bufala?

In quest’ultimo periodo in diversi salotti televisivi si vede un personaggio controverso e pure un po’ bizzarro, certo dottor Lemme, che dottore, come lui stesso afferma, non è, ma è bensì un farmacista. Alquanto singolare la sua visione della dieta che non dovrebbe avvenire secondo un taglio delle calorie ingerite quanto secondo dei processi chimici, motivo per il quale si può mangiare tutto, anche i cibi grassi. Chiaramente questo metodo ha fatto discutere e non poco, son partite querele, volate parole, ma niente, il bizzarro farmacista continua a inveire contro i suoi pazienti, e alcuni sostengono che il metodo funzioni, scopriamone di più.

Cosa promette la dieta

La dieta Lemme secondo i suoi principi, sarebbe l’ideale quando si vuole dimagrire velocemente, infatti promette di far perdere ben 10 kg in circa un mese. La dieta si articola in due fasi una prima fase, che riguarda la perdita di peso, e una seconda fase, quella di mantenimento. Ma come funziona questa dieta, quali sono i punti salienti su cui s’impernia? Tanto per cominciare non tutti sono idonei a seguire questa dieta. Il dottore sottopone in candidati a un test che se viene superato è seguito da un colloquio. Se tutto va bene si comincia.

dieta-lemme-02Si deve evitare il sale, perché aumenta l’indice glicemico degli alimenti. Niente zucchero, niente pane. Inoltre non si devono mai abbinare proteine e carboidrati nell’arco di una giornata. In questa dieta sono certamente favorite le proteine, quindi si possono invece mangiare carne, pesce, ma sempre senza aggiungere sale. Nella prima fase, inoltre, si devono evitare certi frutti e certe verdure.

Tra i cibi proibiti invece ci sono pomodori, vino, latte, aceto, frutta, incriminati di stimolare, come i dolci del resto, l’insulina e che quindi andrà a produrre strati di adipe.

Litigate furibonde con i vip

Ma se in tanti sostengono questo metodo, altrettanti sono pronti a chiedere la testa del farmacista di Desio che, soprattutto alle donne, non la manda certo a dire, passando così per misogino e fuori dagli schemi.  Memorabili le litigate con vip non certo longilinei come Manuela Villa, Platinette, Nadia Rinaldi. E la ragione da che parte sta? Chiaramente non si sa, ma a vedere l’ottima forma in cui si trova ora Flavio Briatore non viene difficile dare i meriti a chi lo ha aiutato a trovare il peso forma, quindi il dottor Lemme.  Eppure lo scetticismo dilaga. Forse perché mangiare un piatto di spaghetti al mattino appena svegli sentendosi chiamare ciccione o teste di donne pare un tantino inusuale. Tuttavia, per quanto molti sostengano che si tratti di un regime alimentare potenzialmente dannoso, l’unico modo per scoprire se funzioni è quello di provare.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.