I migliori cibi vegani che possono sostituire la carne

Negli ultimi anni la dieta vegana è imperversata particolarmente all’interno dei canoni di alimentazione naturali, che portano, dunque, tantissime persone ad adattarsi ad un nuovo tipo di alimentazione che sia completamente rinnovata rispetto ad una dieta che considera anche carne e altri alimenti di derivazione animale. Al di là dei giudizi che possono riguardare la dieta vegana, molto spesso si sottolinea quanto importante possa essere la mancanza, anche in termini di gusto e di alimentazione quotidiana, di carne e altri alimenti di derivazione animale in una naturali dieta vegana. Eppure, diversi alimenti possono sostituire senza alcun problema la carne, sia grazie alla propria portata nutritiva, sia grazie al gusto che li rende integrabili all’interno di qualsiasi dieta. Ecco quali sono.

 

Tofu

 

Di sicuro, il più celebre tra gli alimenti vegani è il tofu, detto anche formaggio di soia, per quanto le differenze, sia in termini di gusto che di portata nutriente, siano notevoli con i latticini. Esistono numerose quantità di tofu nel mercato dell’alimentazione, che portano dunque a godere di un tipo di alimento che è disponibile attraverso numerose varianti e che, allo stesso tempo, può offrire anche grandi soddisfazioni per il palato. Le versioni preferite da tantissime persone sono quelle aromatizzate alle erbe, gustose anche se consumate da sole, mentre il cosiddetto tofu bianco viene generalmente consumato in compagnia di sformati, torte salate, stufati o all’interno di panini o con verdure. Si tratta di un alimento ricco di proteine e che, dunque, riuscirà anche a dare un apporto proteico fondamentale per qualsiasi tipo di dieta.

 

Seitan

 

Altro alimento molto conosciuto all’interno di una dieta vegana è il seitan, ricavato dal glutine del grano tenero o del farro. Si tratta di un alimento che ha un sapore molto delicato, oltre che una consistenza gommosa che lo rende adattabile a qualsiasi tipo di alimentazione o dieta; il seitan viene venduto al naturale, alla piastra, a cubetti, e può essere utilizzato in qualsiasi tipo di pasto che si vuole consumare, sia come antipasto sia come contorno aromatizzato e affumicato. Sono numerosi i vantaggi offerti da questo stesso tipo di alimento, dalla preparazione molto semplice fino all’apporto nutritivo che sa offrire, passando per la digeribilità molto semplice.

 

Maionese senza uova

 

Pensare al classico gusto della maionese all’interno di una dieta vegana è impossibile, data la preparazione che avviene con l’utilizzo delle uova. Tuttavia, si può preparare anche una gustosa maionese senza uova, attraverso un bicchiere di 50 ml di latte di soia, 100 ml di olio di semi di girasole, un pizzico di sale, un cucchiaio di aceto o di limone. Una volta frullati gli ingredienti, essi potranno essere trasferiti all’interno di una ciotola, offrendo il classico gusto della maionese e avendo la percezione di un alimento molto più leggero, data l’assenza delle uova, e soprattutto aderente alla cucina vegana.

 

Tahin

 

Ultimo alimento fondamentale della cucina vegana è il Tahin, ricco di vitamine B e di minerali, derivato dai semi di sesamo e fondamentale per l’apparato digerente, grazie anche alla situazione che permette di contrastare l’invecchiamento. Si tratta di un condimento utilizzato molto spesso per i falafel, ma anche come ingrediente di hummus o di crostini. Si tratta, comunque, di un alimento molto calorico e che va usato in piccole quantità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *