Diete miracolose, non esistono, lo dice il dietologo

Con l’arrivo della primavera molti iniziano la corsa contro il tempo per perdere chili in vista dell’estate, insomma, la famigerata prova costume inizia a terrorizzare un po’ tutti. Il problema, però, è che molti vanno alla ricerca della diete miracolose, ignorando il fatto che, nella perdita di chili, di miracoloso c’è ben poco. Il rischio, invece, è quello di provocarsi disturbi anche seri, compromettendo non solo la possibilità di perdere peso in modo armonico, ma addirittura la propria salute.

Diete miracolose, i pericoli della rete

Oggigiorno il problema è la gran confusione che vige sulle figure che possono prescrivere delle diete. Basta andare sul web e navigare per pochi minuti per rendersi conto che tutti danno consigli alimentari, e finché si fermano al consiglio amichevole tanto quanto, purtroppo molti stilano vere e proprie diete, piani nutrizionali, millantandoli come miracolosi, ma di fatto non sono solo inutili al fine, se non addirittura dannosi.

Le uniche figure preposte alla prescrizione di diete sono il dietologo, il nutrizionista e il dietista, tutti medici che hanno conseguito un’abilitazione specifica atta a prescrivere diete. Il problema è che, soprattutto in rete, ci sono figure che potrebbero anche essere assimilate a queste, ma che di fatto non sono abilitate.

I pericoli per la salute

dietologo2I pericoli che derivano da un’alimentazione sbagliata sono soprattutto di carattere nutrizionale. Una dieta sbilanciata può portare a manifestare diverse carenze, come di ferro, di proteine, di vitamine del gruppo B. Oppure, di contro, può portare a un eccessivo apporto di un determinato nutrizionale, come nel caso delle diete iperproteiche che vanno a scapito dei carboidrati per favorire il consumo di proteine animali, cosa che, nel giro di pochi giorni, può innescare un processo fisico chiamato chetosi e che è molto pericoloso per la nostra salute.

Però questo non è tutto. Ci sono dei rischi legati anche (e non solo) all’estetica. Basti pensare a quando si perdono rapidamente diversi chili. La pelle si svuota in modo repentino e rimane flaccida. Purtroppo ci sono casi di grave obesità dove la pelle “in avanzo” deve necessariamente essere rimossa per via chirurgica. Ovviamente questo accade quando si è gravemente obesi, tuttavia, se si pratica una dieta troppo drastica, anche chi non è obeso può incorrere in questa problematica.

Il consiglio sbagliato costa molto caro

Ogni anno ci sono diverse richieste di risarcimento danni che pervengono ad avvocati esperti in questo ambito, come l’avvocato marco boero, e tra queste diverse riguardano proprio episodi di malasanità inerenti errati interventi chirurgici proprio della tipologia descritta prima, quindi per rimediare a un eccesso di pelle causato da un dimagrimento drastico. Tali interventi, infatti, non sono privi di rischi e possono avere anche esiti negativi.

Tutto questo, almeno nei casi di non grave obesità, può essere evitato seguendo una dieta bilanciata che faccia perdere peso in modo regolare e non repentino. Quindi per chi cerca delle diete miracolose, il consiglio del dietologo è quello di armarsi di pazienza e costanza, iniziando fin da ora un percorso di dimagrimento senza eccessi, in modo da arrivare a giugno già in forma e, naturalmente, praticando anche una buona attività fisica seguiti, in questo caso, da una figura professionale competente.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *